Monthly Archives:

novembre 2016

Senza categoria

Fagottini semintegrali al radicchio variegato di Castelfranco{ collaborazione OrtoRomi}

img_6577

img_6578

img_6579

img_6580

Qualche giorno fa mi è arrivato un pacco dall’azienda Ortoromi(http://www.ortoromi.it/), specializzata in verdura già pronta da cuocere, succhi di frutta 100% frutta e insalate fresche( anche vegan) pronte per essere gustate in una pausa pranzo veloce. Quando ho visto i loro prodotti mi sono brillati gli occhi, ma una volta provati sono rimasta ancor più stupita! Sono strepitosi! Mai mangiata una verdura in busta così fresca e saporita, per non parlare del radicchio IGP e del kale che con il suo gusto particolare mi ha conquistata al primo assaggio. Ritengo che i loro prodotti siano un valido alleato in per cucina per chi vuole seguire un’ alimentazione sana e genuina, ma sono così versatili da poter essere anche utilizzati come ingredienti chiave in varie ricette.
Quella che vi propongo oggi vede protagonista il radicchio variegato di CastelfrancoIGP(http://www.insalarte.net/radicchio-igp/). Questi fagottini sono facilissimi da fare e veloci; sono perfetti come sfizi per un aperitivo tra amici oppure al posto del pane con secondi di carne o pesce. Vi conquisteranno sicuramente!

INGREDIENTI
Per la pasta brisè semintegrale
100 gr di farina 00
100 gr di farina integrale
100 gr di burro freddo da frigo leggermente salato
70 gr di acqua fredda

Per il ripieno
200 gr di radicchio variegato di Castelfranco IGP Ortoromi
3 cucchiai di olio evo
30 gr di pinoli
Sale q.b

1 tuorlo per spennellare

PROCEDIMENTO
In una padella fate appassire il radicchio con 3 cucchiai di olio per circa 5/10 minuti; a cottura ultimata aggiungetevi i pinoli e fatelo raffreddare.
Intanto prepariamo la pasta brisè: mettete in un mixer le farine ed il burro a tocchetti; azionatelo fino a quando non avrete ottenuto un composto simile alla farina. Mettetelo in una ciotola e versatevi l’acqua; impastate velocemente per ottenere un panetto da riporre in frigo per circa 20 minuti.
Una volta trascorso il tempo necessario prendete il radicchio e, se ci fossero dei pezzi troppo grandi, tritatelo al coltello; poi stendete la pasta brisè, ritagliatevi dei quadrati, mettetevi al centro un cucchiaio di radicchio e chiudeteli in modo tale da ottenere dei triangolini. Incideteli sulla superficie e spennellateli con del tuorlo. Fateli cuocere per circa 20/30 minuti in forno caldo a 180 gradi.

Senza categoria

Monoporzioni di tiramisù di pandoro al croccante Fiorentini

img_6613img_6611

img_6614

La ricetta che vi propongo oggi, in collaborazione con l’azienda Fiorentini bio, è in pieno mood natalizio! Manca poco oramai!
Il tiramisù che ho preparato è infatti arricchito dal croccante Fiorenti bio di quinoa, il quale sicuramente stupirà i vostri ospiti con la sua croccantezza; al posto dei savoiardi poi ho utilizzato il pandoro così da rendere la ricetta perfetta come dolce per i vostri pranzi e cene di Natale.

INGREDIENTI per 8 monoporzioni
700 gr di pandoro
500 gr di mascarpone
4 tuorli
150 gr di zucchero
Circa 3 tazzine abbondanti di caffè leggermente zuccherato
60 gr di croccante di quinoa Fiorentini bio

PROCEDIMENTO
Innanzitutto preparate il caffè, versatelo in un recipiente, zuccheratelo leggermente e lasciatelo freddare; preparate la crema: in un recipiente capiente mettete i tuorli e montateli abbondantemente con lo zucchero per farli diventare chiari e spumosi. A parte ammorbidite il mascarpone e poi aggiungetelo al composto di uova, ottenendo una crema liscia e senza grumi. Ora componiamo il tiramisù: in un bicchiere o in una coppetta iniziate creando uno strato di pandoro inzuppato leggermente nel caffè, versate circa due/ 3 cucchiai di crema e un po’ di croccante di quinoa sbriciolato a pezzi grossi; ripete l’operazione facendo un altro strato di pandoro, uno di crema e poi il croccante per ultimo.

Potete servirlo subito oppure dopo averlo fatto riposare in frigo qualche ora, avendo cura di mettere il croccante in superficie poco prima di mangiarlo per evitare che si ammorbidisca troppo.

dolci

Banana bread

Processed with VSCO with a5 preset

img_6526

img_6527

Arriva dagli States, ma è famoso in tutto il mondo con le sue numerose varianti. Di cosa sto parlando? Ma del banana bread!
Resterete piacevolmente sorprese dal suo gusto unico e delicato, perfetto per accompagnare l’ora del tè oppure per una colazione energetica e golosa. Io lo preparo spesso quando mi avanzano delle povere banane che dimenticate da tutti anneriscono e vengono scartate; dato che non mi piace sprecare non appena me ne accorgo mi metto subito all’opera e preparo banana bread in quantità!
Provate questo dolce e non potrete più farne a meno😋
INGREDIENTI
2 uova
150 gr di zucchero
100 gr di burro fuso
60 gr di noci
150 gr di farina 00
1/2 bustina di lievito
1/2 cucchiaino di cannella
200 gr di banane mature( due banane medie)
Per la glassa
50gr di zucchero a velo
2 cucchiai circa di acqua
PROCEDIMENTO
In una ciotola sbattete abbondantemente le uova con lo zucchero per farle diventare spumose( circa5/10 minuti); a parte fondete il burro a bagnomaria e fatelo raffreddare leggermente. Aggiungete le banane schiacciate con una forchetta al composto di uova, poi il burro e la cannella; lentamente aggiungete anche la farina setacciata con il lievito, infine le noci tritate grossolanamente. Mettete l’impasto in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato e fate cuocere il banana bread in forno già caldo a 180 gradi per 40/45 minuti. Fate la prova stecchino e, se cotto, sfornateli e fatelo raffreddare. Preparate la glassa mescolando in una ciotolina lo zucchero a velo con un paio di cucchiai di acqua e decoratevi il plumcake.
Buona colazione/merenda!!

dolci

Scottish shortbread con il burro Lurpak

Il protagonista della ricetta di oggi è il burro. Non un burro qualsiasi, bensí quello prodotto dall’azienda danese Lurpak la quale fornisce un prodotto di qualità superiore fin dagli inizi del 1900.
img_6378

img_6380
Ho avuto la possibilità di provare il burro Lurpak in tutte le sue varianti( classico, leggermente salato e biologico) e ne sono rimasta felicemente sorpresa!
Non ho saputo resistere a spalmarlo su una fetta di pane di segale tostato, per assaporarne tutto il suo aroma( vi parla una che da bambina mangiava il burro in purezza, tagliandolo direttamente dalla confezione!) Per esaltare questo ingrediente al meglio ho deciso di preparare gli SCOTTISH SHORTBREAD
(letteralmente pane friabile), deliziosi dolcetti scozzesi famosi anche in Inghilterra, composti per tre parti di farina, due di burro e una di zucchero, con l’eventuale aggiunta di aromi. Questi biscotti sono friabilissimi e perfetti da gustare nell’ora del te’.
img_6391

img_6392
INGREDIENTI
200 gr di farina 00
50 gr di zucchero semolato
125 gr di burro leggermente salato Lurpak
La scorza grattugiata di un’arancia

PROCEDIMENTO
In una ciotola capiente impastate la farina, lo zucchero, il burro freddo tagliato a tocchetti e la scorza dell’arancia. Per ottenere un impasto simile a quello di una pasta frolla ci vorranno circa 5/10 minuti; quindi una volta ottenuto stendetelo con uno spessore di circa un centimetro su un foglio di carta da forno e ricavatevi tanti rettangoli (quelli che sono chiamati “fingers”) per dare agli shortbread la forma tradizionale. Spolverateli di zucchero ed infornateli in forno caldo a 170 gradi per circa 20/30 minuti, fino a che non saranno leggermente dorati. Fateli raffreddare bene e poi conservarvatrli in una scatola di latta, per mantenere intatta la loro fragranza.

Senza categoria

Muffin salati al formaggio

Processed with VSCO with wwf preset

img_6375

I muffin sono uno dei miei dolci preferiti, ma si prestano benissimo anche per preparazioni salate. Complice la giornata uggiosa e fredda mi sono chiusa in cucina e ne ho preparata una versione al formaggio, con un cuore filante extragoloso. Sono perfetti per accompagnare i pasti e gustate appena sfornati, caldi caldi, sono IRRESISTIBILI
INGREDIENTI
2 uova
1 cucchiaino di levity
5 cucchiai di latte
5 cucchiai d’olio
70 gr di ricotta
150 gr di farina
1 grosso pizzico di sale
30 gr di parmigiano grattugiato

Formaggio tipo primo sale q.b

PROCEDIMENTO
Iniziate sbattendo le uova per qualche minuto, poi aggiungetevi la ricotta ammorbidita con una forchetta e mescolate. Aggiungete l’olio ed il latte; unite la farina setacciata con il lievito ed infine il parmigiano grattugiato e il sale. Quando il composto sarà amalgamato è pronto. Riempite i pirottini per i muffin a metà, mettete all’interno un quadratino di formaggio primosale e ricoprite con un altro po’ di impasto. Cuocete a 180 gradi per circa 30 minuti.
Processed with VSCO with wwf preset

dolci

Madeleines glassate al cioccolato

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a5 preset


Già in precedenza mi sono cimentata nelle madeleines, golosi dolcetti francesi, ma questa volta le ho aromatizzate con la spezia più pregiata che ci sia: lo zafferano.
Non contenta le ho ricoperte di una goduriosa cascata di cioccolato extra fondente… una ricetta peccaminosa da gustare a qualsiasi ora!

INGREDIENTI per 9 madeleines( grandezza standard)
60 gr di zucchero+10 di miele
1 uovo ed un tuorlo
60 gr di burro fuso
75 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
Un pizzico di zafferano
100 gr di cioccolato fondente

PROCEDIMENTO
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero ed il miele, poi aggiungete la farina setacciata con il lievito; a filo unitevi il burro fuso e tiepido ed infine aggiungete lo zafferano. Fate riposare il composto in frigo per un’ora
Preriscaldate il forno a 230 gradi; riempite per 2/3 gli stampini delle madeleines. Infornate e fate cuocere a questa temperatura per circa 4/5 minuti, poi terminate a 180 gradi per altri 15. Sfornate e fate raffreddare.
Sciogliete il cioccolato ed intingetevi le madeleines e aspettate che si raffreddi. Gustate!

CONSIGLIA Torta magica al cioccolato